Chi di escort ferisce, di escort perisce

L’imperatore è nudo, ma  l’incantesimo è finito? Se questo sta avvenendo, non è per la denuncia di uno sguardo limpido come potrebbe essere quello del bambino della favola, ma per lo sguardo delle mignotte di cui, Berlusconi, ama circondarsi con una ossessione maniacale.
Per certi aspetti vedo, in tutta questa vicenda delle escort, un contrappasso. L’imprenditore televisivo che attraverso le sue reti televisive, per vent’anni, ha rappresentato le donne come oggetti sessuali disponibili o a disposizione, che ha fatto programmi di intrattenimento popolare con una mostra ininterrotta di tette, culi e gambe, il leader che ha selezionato le donne del suo partito in virtù di scollature e fondoschiena o della disponibilità sessuale, ora ci è mostrato in una nudità impietosa. Ieri sera ad Anno zero i suoi due campioni, Belpietro e Santanché, scesi nell’agone televisivo in sua difesa, non si sono risparmiati il ridicolo per coprire quello che è stato svelato dalle intercettazioni telefoniche delle escort. Belpietro ancora più cereo, la Santanché con il volto stanco e con le ciglia finte mosce, attingevano al solito repertorio della persecuzione della magistratura, del “fango” e delle menzogne, fino a tirare in ballo senza alcun pudore, l’argomentazione che i servizi televisivi di Santoro erano un insulto alle donne (la Santanché).
Le rivelazioni di questa inchiesta hanno restituito l’immagine di uomo anziano con fantasie sessuali infantili e degne del repertorio di un film di Alvaro Vitali, di un pollo da spennare che paga affitto e bollette per qualche strusciatina, di un uomo che cerca di salvaguardare a tutti i costi, le sue illusioni di conquistatore e quando domanda ad una delle prostitute (Nadia Macrì) che cosa faccia nella vita e questa gli risponde “la puttana”, la tacita dicendole “no dai non dire così”. Un misera illusione quella del conquistatore, messa atrocemente in ridicolo dal commento finale della prostituta che si domandava “ma se non sapeva che ero una escort, allora, perché mi pagava”?.
Quello che però mi amareggia è il dubbio che se Berlusconi questa volta dovrà abbandonare la politica, non sarà per aver mostrato la tracotanza nel gestire il potere, il disprezzo delle leggi e di qualunque etica, ma per essere stato messo a nudo nelle sue debolezze di uomo, per essere apparso come un vecchio pruriginoso e rincoglionito: i suoi sudditi forse non resisteranno all’immagine delle sue chiappe avvizzite e flosce. E mi preoccupa il sospetto che se riuscirà ancora una volta a rigonfiare la sua immagine di uomo forte e di potere, con il solito incantamento dell’arroganza che tanta fascinazione esercita sugli italiani, riuscirà ad indossare ancora i panni dell’imperatore.

Annunci

Dì la tua..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...