Programmi per le erezioni

Ieri in una conferenza stampa, Anthony Weiner, il deputato dello Stato di New York, in lacrime ha ammesso di aver inviato via Twitter foto porno ad alcune elettrici. Ma Weiner ha escluso di volersi dimettere, perché  si trattava di “uno scherzo”, e tra una lacrima e un sospiro ha fatto le solite scuse pubbliche alla solita moglie tradita o messa in imbarazzo.

Weiner non è certo il primo e il solo uomo di potere, in America, o nel mondo,   a giocarsi la faccia per esuberanza sessuale. Negli anni passati possiamo ricordare la vicenda di Bill Clinton che faceva un uso improprio della stanza ovale, e più di recente  Eliot Spitzer, governatore dello Stato di New York, finito in un giro di squillo. Lasciando da parte i casi  di violenza sessuale sui quali non è il caso di fare ironia, come quelle  che hanno coinvolto  i francesi Dominique Strauss Khan, e Georges Tron, e l’israeliano Moshe Katsav, pare che i politici proprio non riescano a controllarsi sessualmente, o almeno a conciliare la responsabilità pubblica con la loro vita privata: il testosterone ha la meglio sulle cellule grigie, l’eccitazione sessuale  sull’opportunità di alcuni comportamenti o costumi sessuali.

Ne sappiamo qualcosa in Italia dove l’ultra settantenne Silvio Berlusconi, è a processo per concussione e prostituzione minorile. L’antico detto dice che comandare è meglio che fottere, rivelandoci lo stretto nesso che c’è tra l’esercizio del potere e la sessualità, m soprattutto tra l’abuso di potere e l’abuso sessuale. Gli antichi erano più disincantati: a Pompei venne rinvenuta una iscrizione dove una donna incoraggiava a votare un candidato perché era un bravo amante.

Forse ci toccherà arrenderci e fare un salto culturale, seppur all’indietro. Ma si! Indiciamo pubbliche erezioni dove i candidati politici ci presentino direttamente non più i loro programmi, ma  le loro qualità sessuali,  si guadagnino l’alloro sul campo, e siano eletti sulla base di voti di gradimento  di milioni di elettrici (o di elettori).  Si fottano pure il mondo: ma se sopravvivono gli basterà?

Annunci

Dì la tua..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...